Hotel Bixio Lido di Camaiore Logo

Chi siamo

pastasciutta nel cappello

Immaginate una oziosa domenica di calura in un paese di campagna qualsiasi nel dopoguerra. Immaginate un' Italia che non è in guerra, ma ancora non sa divertirsi. Immaginate una corte lastricata, le sedie impagliate appoggiate al muro di fianco alle porte, tendoni verdi fissati agli ingressi creano qualche centimetro d'ombra ondeggiante. Qualcuno va alla messa, ma neanche tutti. Qualcuno parla del governo ladro, ma neanche tanti. Molti sonnecchiano. Immaginate un monte prospicente il paese, che se ci si arrampica sulla punta e ci si gira verso il mare, lo sguardo cade proprio nella piazza, nelle corti, sulle sedie occupate da stanche mebra annoiate. Ora in questa scenario aggiungete un giovanottone irrequieto che più di ogni altra cosa ha in uggia l'uggia e l'ozio, in una Italia tutta da inventare, che si incammina su per il monte carico di strani oggetti, si intravede un pentolone sotto il braccio, una paglietta in testa, seguito da due donne -fedeli ma dubbiose- che si scambiano sguardi interrogativi. Arrivato in cima accende il fuoco, tira fuori un megafono dal suo ciottolame e si sporge: 'GENTE! LA PASTASCIUTTA è COTTA! ACCORRETE!' l'ultima vocale non aveva ancora finito di sibilargli in bocca che con suo stesso stupore vede le sedie scivolare stridenti indietro, sospinte da polpacci tesi pronti a scattare, come se non aspettassero altro che essere scossi dal loro torpore. Il luccichio negli occhi, il sorriso beffardo, butta la pasta nel pentolone che ribolle, tira fuori un contenitore di metallo cilindrico da cui appare una rossa polpa profumata, si vedeno teste sul sentiero che procedono lente ma regolari, 'LEDA PASSAMI IL COLAPASTA!' - 'Il colapasta??? ma non l' hai preso te?' le prime persone, le più giovani e affamate, appaiono nel suo orizzonte, si porta le mani alla testa, in segno di resa. O forse no. 'IL CAPPELLO, LEDA, IL CAPPELLO! AIUTAMI, SVELTA!' e ride. Vi presento Bixio e la sua prima esperienza nella ristorazione. Chi c'era assicura che quella è stata una memorabile giornata di convivialità.

Non so se riusciremo ad eguagliarla- ma vi prometto che ce la metteremo tutta. E anche se il colapasta l'abbiamo comprato, i geni sono quelli ;) Iniziamo a festeggiare insieme i 60 anni dall'inaugurazione con un bel pranzo conviviale, come piacerebbe a Lui.

Altre info:

Allegati:

OFFERTA SPECIALE Seguici anche su Facebook! Logo Associazione Albergatori Beatrice: la guida personalizzata per il turista